venerdì 27 dicembre 2013

giovedì 19 dicembre 2013

Questo blog si autodistruggerà (più o meno)

Che cosa può fare una mamma casualmente anche presunta blogger a casa con un pupo sufficientemente malato da permetterle di tenere il pc accesso ma non così tanto da farle combinare qualcosa per lavoro? Semplice: smanetta con il blog e lo sposta. Questo è l'ultimo post di questo blog, che rimarrà in vita ma non più aggiornato perchè ho deciso di spostare la baracca du wordpress. Perchè lo faccio? Per essere figherrima, penserete. In realtà pure di là il blog sarà piuttosto essenziale, per ciò: no, non è per questo. Il trasferimento è dovuto ad un'esigenza di più semplice futura gestione. Per ora non vi posso dir di più. Sappiate solo che ad anno nuovo arriverà una sorpresa. Avevo deciso di trasferire baracca e burattini ad anno nuovo, ma oggi ho avuto tempo, ho importato e rindirizzare il vecchio blog sul nuovo e via. Forse è colpa del trasloco mancato di casa: almeno quello di blog fatemelo fare! 
Dove mi trovate? Qui: www.malanotteno.wordpress.com Finalmente elimino le odiose liniette in mezzo. Oh, io vi aspetto! Il blog è ancora in disordine, un po' come succede nelle case appena dopo il trasloco. Non vi scandalizzate per due scatoloni in giro, vero?

ps: potete anche usare Bloglovin' per rimanere aggiornati!

mercoledì 18 dicembre 2013

Caro Babbo,

io quest'anno non ti volevo neanche scrivere. Poi mi sono detta: metti che mi arrivano vagonate di crema per il corpo al gusto di pandoro o un paio di pantaloni di lana cotta verde bottiglia, che il verde bottiglia, per me, andrebbe cancellato dalla bibbia del pantone. Allora, mi sono detta, meglio che ti do qualche suggerimento, così non ti sbagli. 
Per prima cosa babbino, io vorrei che ci dessi casa nostra. No, non per la notte di Natale, ma se tu riuscissi a far si che questa volta i tempi detti fossero quelli veri te ne sarei grata in eterno, che ormai è un anno che la data della consegna viene spostata. Mi sarei pure un pochino rotta: è pure sempre la casa che la banca ci concede di utilizzare, no?
Poi vorrei che mi fissassi un appuntamento dall'estetista per far le mani. Non mi devi comprare una manicure: ce l'ho già, anzi ho un bel pacchetto già pagato da tre. Mi devi solo fissare l'appuntamento, che io mi ricordo sempre o di lunedi, o alle 6 della mattina, oppure alle 11 di sera. Se hai un piano tariffario buono manco la paghi questa telefonata!
Poi vorrei un bel libro. O un buono libro se proprio non sai quale scegliere. E' vero, c'è la biblioteca, e io la uso, ci sono gli ebook, e io li leggo. Ma ogni tanto un libro nuovo tra le mani è proprio bello. Magari uno piccolo, che il marito sostiene che dentro casa non entra più neanche uno spillo. Niente libri di ricette, però! Che ultimamente son tutti cuochi. No, va beh... quello di maghetta streghetta si, che l'ho visto e mi piace.
Infine, babbino, ti chiedo una cosa un po' complicata. Non pretendo che tu la faccia per questo anno, organizzati pure. Hai presente Pasqua? Beh, Pasqua capita sempre di Domenica. Io lo so perchè capita sempre lo stesso giorno e il Natale no. Ad ogni modo, babbino, io vorrei tanto che Natale capitasse sempre di venerdi, così ci tieniamo a casa il papà per 4 giorni filati, che noi 4 giorni filati li vediamo solo d'estate. Io non ho grandi suggerimenti da darti, d'altronde quello magico sei tu, per cui impegnati. Potresti spostare il prima il 29 e il 30 o dopo il 22 e il 23, in modo che poi i giorni tornino, oppure potremmo avere due lunedì o eliminare un mercoledi, a seconda degli anni. Io non ti do limiti: fai tu! E non barare: lo so che tra due anni capita comunque di venerdi! 
Un abbraccio, 
tua Lucia

martedì 17 dicembre 2013

30 punti libridinosi

L'altro giorno saltando qui e là ho letto questo post, che mi è piaciuto così tanto da decidere di riprenderlo (l'idea originale è di un altro blog riadattato da Il succo di mela

1 – IL TUO LIBRO PREFERITO: niente, scazzo alla prima. ne ho amati molti.
2 – LA TUA CITAZIONE PREFERITA: Ci vuole un gran fisico per correre dietro ai sogni.
3 – IL TUO PERSONAGGIO PREFERITO DI UN LIBRO: anche per proustiamoci ho avuto difficoltà... diciamo... a questo giro Holmes!
4 – IL LIBRO PIÙ BRUTTO CHE TU ABBIA MAI LETTO: Non so... mi verrebbe da dire I love shopping, ma forse è un giudizio troppo severo. La verità è che rimuovo quelli che non mi son piaciuti.
5 – IL LIBRO PIÙ LUNGO CHE TU ABBIA MAI LETTO: A me i mattoni piacciono. Chi avrà più pagine: guerra e pace, i miserabili o il signore degli anelli (considerato come libro unico)?
6 – IL LIBRO PIÙ CORTO CHE HAI MAI LETTO: Il furgoncino giallo. Ma vale come libro?
- IL LIBRO CHE TI DESCRIVE: Alice nel paese delle meraviglie, perchè voi non sapete quanto sono sognatrice sotto questa scorza di concretezza!
8 – IL LIBRO CHE CONSIGLIERESTI: dipende da chi lo deve leggere! Che so...per le mamme in crisi: Hai voluto la carrozina? M'ammazza e Quello che le mamme non dicono.
9 – IL LIBRO CHE TI HA FATTO CRESCERE: qui ho difficoltà... ve lo dico domani!
10  UN LIBRO DEL TUO AUTORE PREFERITO: Oggi dico Bar Sport, domani forse ne direi un altro
11 – UN LIBRO CHE PRIMA AMAVI E ORA ODI: Nessuno, mentre mi è successo spesso l'inverso (anche con il cavaliere inesistente e il piccolo principe, per dire!). Anzi no, ce l'ho!  Va dove ti porta il cuore.
12 – UN LIBRO CHE NON TI STANCHERAI MAI DI RILEGGERE: La compagnia dei Celestini
13 – UN LIBRO CHE IN QUESTO MOMENTO HAI SULLA SCRIVANIA: sulla scirvania tutta roba economica, ma sul comodino ho mille splenditi soli e il terzo di HP in lingua.E un pianeta in debito.
14 – IL LIBRO CHE STAI LEGGENDO: Storia segreta di una Geisha
15 – APRI IL PRIMO LIBRO CHE TI CAPITA TRA LE MANI AD UNA PAGINA A CASO E INSERISCI LA PRIMA FRASE CHE TI SALTA AGLI OCCHI: Si spostarano lentamente tra le aiuole, osservando le piante e conversando, con l'americana che evità l'errore di estrarre di tasca un bloc notes e una macchina digitale, dando invece l'impressione di avere tutto il tempo per studi più meschini, per furti più rilevanti.
16 – LA TUA COPERTINA PREFERITA: 


17 – IL PERSONAGGIO CON CUI TI VORRESTI SCAMBIARE PER UN GIORNO: Secondo me, a parte il mal di testa, farsi un giorno con il mantello dell'invisibilità non dovrebbe essere male (capito di chi parlo?)
18 – IL PRIMO LIBRO CHE HAI LETTO: Pollyanna. Ancora mi ricordo di quando uscita dalla scuola con mamma l'ho aspettata in macchina fuori della Standa dove era scesa a prendermi il mio primo libro. Io ero fuori perchè era un regalo e senza sorpresa che regalo è? Facevo la seconda elementare, ancora mi ricordo l'emozione dell'attesa!
19 – UN LIBRO IL CUI FILM TI HA DELUSO: Tranne Sostiene Pereira e poco più potrei scrivere: tutti. Ma se proprio devo scegliere il pessimo per eccellenza dico La casa degli Spiriti. Rabbrividisco ancora.
20 – UN LIBRO DOVE HAI TROVATO UN PERSONAGGIO CHE TI RAPPRESENTASSE: Alice, perchè sotto questa scorza di serietà sono una sognatrice nata.
21 – UN LIBRO CHE TI HA CONSIGLIATO UNA PERSONA IMPORTANTE PER TE: ?
22 – UN LIBRO CHE HAI LETTO DA PICCOLO: La storia infinita.

23 – UN LIBRO CHE CREDEVI FOSSE COME LA GENTE NE PARLAVA E INVECE NE SEI RIMASTO DELUSO E COLPITO: Non so se sono in tema, ma io quella deficiente di madame bovary l'avrei presa a ceffoni, insieme alla karenina.
24 – UN LIBRO CHE TI FA FUGGIRE DAL MONDO: Guida galattica per autostoppisti. Dite di no!
25 – UN LIBRO CHE HAI SCOPERTO DA POCO: ho scoperto relativamente da poco Coe

26 – UN LIBRO CHE CONOSCI DA SEMPRE: Pinocchio
27 – IL LIBRO CHE VORRESTI AVER SCRITTO: La lunga vita di Marianna Ucria

28 – UN LIBRO CHE FARAI LEGGERE  A TUO FIGLIO: La storia infinita: non puoi diventare grande se non lo leggi. E poi chi non sogna di cavalcare un dragone bianco?
29 – UN LIBRO CHE DEVI ANCORA LEGGERE: troppi! Sono pronta per il taccuino d'oro, ma è arrivato anche il momento di murakami.
30 – UN LIBRO CHE TI HA COMMOSSO: Qui son esperta, lacrima facile come sono! Ho pianto sull'ultimo della Lackberg e ho singhiozzato su il cacciatore di acquiloni. Questi i primi due che mi vengono in mente senza sforzarmi. 

lunedì 16 dicembre 2013

Nascere già con una scatola piena

All'inizio fu Enrica, poi altri raccolsero l'invito (tipo Federica). E ora vi beccate la mia scatola di cartone. Se poteste, cosa mettereste in una scatola di cartone da consegnare una per ogni bimbo italiano che nasce, solo per far invidia ai finlandesi? Io la riempirei così.
Una fornitura a vita di Lego. E quando dico a vita intendo proprio a vita, così evitiamo quei papà che comprano i lego technics ai pupi di 6 mesi, tanto poi crescono.
Ci metterei un buono libri  che così se lo sceglie da solo cosa leggere,  che se c'è una cosa che mi dava fastidio da piccola era mio padre che pretendeva di sapere cosa fosse giusto che leggessi e cosa no. Battaglia persa, ovvio.
Ci metterei dentro un cucchiaio per imparare ad assaggiare tutti i sapori perché la vita è troppo corta per essere schizzinosi.
Non dovrebbe mancare una copertina,  perché a volte il mondo è un posto freddo e triste.
Ci metterei dentro un paio di scarpe comode e resistenti, che dove si arriva camminando non è detto che ci si arrivi con altri mezzi.
Ci aggiungerei una borraccia e una bussola, che la vita a volte è anche un deserto.
E poi la riempirei di ambizione e di sogni che è sempre meglio avere le ginocchia sbucciate che qualcosa da rimpiangere.
Un vaccino contro il fatalismo, perché non è sempre colpa degli altri, ma molto dipende da noi.

Ripasso la palla:voi? Come la riempireste?

domenica 15 dicembre 2013

Il meglio della settimana #4

Riecco il meglio della settimana, secondo me. Questa idea di Laura è bellissima, anche perchè, lo ammetto, fa si che io legga con molta più attenzione, valutando quasi parola per parola quello che leggo.


Questo giro niente tema unico: non lo certo e se non lo trovo resta non trovato.
Prima di tutto Valentina, e le parole migliori (anche se tristi) sulle rivolte dei giorni scorsi. 
Come si vive in un paese lontano? Come si fa quando arriva Natale e sei nel deserto? E se la famiglia è a casa e tu sei in Papakistan
Non so se lo sapete ma non tutti si meritano di vivere. Se non vi torna, chiedete a Bianca, la figlia di Barbara.
Qualcuna sta pensando se fare il secondo. Ma anche no.
Intanto, da qualche parte qualcuno è nato e ha ricevuto un pacco. Voi cosa ci mettereste? Enrica ha riempito la sua scatola così
In più è già Natale. O quasi. Avete già trovato come rovinarvelo? Se avete dubbi chiedete a Mamma Orsa curiosona.
Come dite? Non credete più in babbo natale? Ma, molto male: se non ci credi non arriva!
Se ci credete, invece, potete sempre trovare il modo di farvi regalare qualcosa di ultimo. Che ne dite dell'ordine?

Per chi non lo sapesse, questa è un'idea di Laura. Ci vediamo domenica prossima!

venerdì 13 dicembre 2013

Proustiamoci fase tre: le interviste

E finalmente eccoci arrivati alla fase dello scambio!  Oggi troverete tutte le interviste nei blog delle rispettive partecipanti, presto linkati anche qui sotto, così sarà più facile trovarli.  Visto che le blogger coinvolte sono 8, io non ho potuto fare lo scambio.  Siccome sono megalomane e vanitosa mi pubblico da sola!